Translate

mercoledì 11 gennaio 2017

Il 1° CHAKRA: MULADHARA

Nel precedente articolo ho introdotto l'argomento dei CHAKRA. Da qui in avanti analizzeremo uno ad uno i 7 Chakra nei dettagli.
MULADHARA è il Chakra più basso, il primo dei centri energetici. E’ legato al radicamento, alla sessualità ed ai bisogni primari. E’ uno dei più conosciuti e popolari nella cultura dello Yoga moderno, probabilmente perché è il primo e anche perché è così vicino agli organi sessuali e quindi influenza la sessualità.
In prossimità di Muladhara partono 3 Nadi principali e più importanti: Susumna, Ida e Pingala. Alcune interpretazioni li assimilano al Sistema Nervoso Autonomo, al sistema nervoso Simpatico e quello Parasimpatico. Pensandoci bene, visti i tempi lontani in cui sono stati intuiti, sono in realtà una geniale rappresentazione di ciò che la medicina occidentale ha scoperto solo in tempi, relativamente, recenti.
Ida è il canale lunare, freddo e passivo: può essere assimilato al Sistema Parasimpatico, responsabile del rilassamento e della gestione quotidiana del corpo (digestione, produzione lacrimale, dilatazione dei bronchi, e tutto il resto della normale gestione biologica del corpo di cui normalmente non ci rendiamo conto ma senza la quale non potremmo vivere.
Pingala è il canale solare, quello dell’attività fisica e del calore; paragonabile al Sistema Simpatico, deputato all’azione e alla reazione di fuga o attacco di fronte al pericolo. E’ quello che di fronte ai molti nemici immaginari della nostra civiltà, alza la pressione arteriosa e induce situazioni di stress cronico che alla lunga risultano pericolose per la salute.
Susumna sale verticalmente attraversando tutti i 7 Chakra fino a Sahasrara; Ida e Pingala invece si snodano in curve a destra e sinistra, incrociandosi in corrispondenza di ogni Chakra e terminando in corrispondenza delle narici, quella sinistra per Ida e quella destra per Pingala.
Muladhara è il Chakra della terra e della stabilità: è quello che sta a contatto con il suolo quando siamo seduti in Padmasana (posizione del Loto). In questa posizione diventa stabile e inamovibile, a differenza degli altri Chakra che possono muoversi con la spina dorsale, cambiando posizione e orientamento nello spazio se portiamo il capo a terra nella posizione di yoga Mudra.

                                                          Immagine per la Meditazione: 






La scheda di Muladhara Chakra
Significato: supporto della base
Colore: rosso; il rosso che si può visualizzare è un rosso scuro, come il sangue.
Localizzazione: fra ano e genitali
Temi emotivi: sicurezza, desiderio, sessualità, ossessioni, perseveranza
Simbolo: Loto con 4 petali, in cui  è iscritto un quadrato, simbolo della terra. All’interno del quadrato un triangolo con il vertice verso il basso che rappresenta la yoni al cui interno vi è un linga. 
Animale: elefante con 7 probosciti
 Divinità: Brahma (creatore dell’universo), Dakini (custode della realtà visibile), Ganesha (dio che rimuove gli ostacoli e aiuta a superarli)
Organi: gonadi (testicoli per uomo e Ovaie per donna
Sistema corporeo: scheletro
Organo di senso: Odorato
Mantra: il mantra da recitare per rinforzare questo Chakra è LAM . 


Queste musiche si possono usare come sottofondo nella Meditazione sui Chakra

Il Primo Chakra Il Primo Chakra
Musica per rafforzare il carattere, la volontà, la potenza sessuale
Nirodh Fortini

Guarda la scheda su il Giardino dei Libri

Chakra Gold Chakra Gold
Music for relaxation and healing
Aetherium

Guarda la scheda su il Giardino dei Libri

L'Armonia dei 7 Chakra L'Armonia dei 7 Chakra
Musica per risvegliare e armonizzare i centri dell'energia
Nirodh Fortini

Guarda la scheda su il Giardino dei Libri