Translate

martedì 27 gennaio 2015

Magnesio: ecco tutto ciò che ti consuma le riserve

Il Magnesio è un elemento molto, anzi moltissimo, importante per un equilibrio benefico del nostro corpo ed è anche determinante per la nostra salute. Ne ho già parlato ampiamente in questo mio articolo che ho definito una "Guida completa alla carenza e alla reintegrazione".
Mi preme però sottolineare quali sono i FATTORI che esauriscono le nostre riserve. Se si pone attenzione alla lista di questi fattori si può facilmente realizzare che quasi tutti, se non veramente tutti, sono fattori che ricorrono praticamente in modo costante nella vita delle società occidentali, dove la cultura e lo stile di vita che conduciamo è decisamente sfavorevole alla conservazione di uno stato di benessere.
Sono convinto che tutto ciò sia LA causa di moltissime malattie che troppo spesso poi vengono aggredite a suon di Farmaci che potrebbero essere evitati se solo si prendessero sul serio le informazioni che ho riportato e riporto ancora a favore del Magnesio come elemento indispensabile per la nostra salute.
A seguire riporto una lista di fattori che portano a consumare Magnesio; più sono i fattori presenti nella nostra vita e più abbiamo possibilità di essere in carenza di tale elemento.
- Stress (leggi COS'E' veramente lo stress), sia mentale che fisico.
- Caffeina (ricordiamoci che non si trova solo nel caffè)
- dieta ricca di proteine
- assunzione eccessiva di Calcio
- diete ricche di Sodio
- assunzione di zuccheri raffinati
- assunzione di Farmaci (senza distinzioni)
- alcool
- tabacco
- farmaci diuretici
- sudorazione e traspirazione accentuate
- diarrea
- zucchero raffinato e farine bianche
- diabete
- interventi chirurgici
- dolori cronici
- alimentazione ricca di carboidrati
- colesterolo e trigliceridi alti
Credo che ce ne siano abbastanza di ragioni per poter dire che la carenza di Magnesio sia una vera e propria emergenza da combattere soprattutto con un'alimentazione sana e ricca di vegetali, semi, frutta, germogli e cibo integrale.
21 mg di Magnesio biodisponibile sono presenti in 5 mandorle.


martedì 20 gennaio 2015

IL POTERE CHE E' IN TE: come usare tutto il potenziale insito in ogni essere umano.

Sei sicuro che stai usando tutto il Potere che è in te per raggiungere i tuoi obiettivi, per avere relazioni personali migliori, per incrementare il tuo status sociale di vita, per migliorare la tua salute, le tue finanze e tutto quello che ti piacerebbe essere o avere?
Mi piacerebbe sentirmi dire un " SI GRAZIE, TUTTO OK! PIU' DI COSI' NON POTREI"; tuttavia sono certo che il 99,99% delle persone che stanno leggendo ora questo post, risponderà: "NON LO SO, COME FACCIO A SAPERLO?".
HAI RAGIONE! SCUSA! MI DISPIACE AVERTI INSINUATO QUESTO DUBBIO! Forse non ci stavi pensando ed eri sicuro di essere al meglio delle tue possibilità. D'altra parte la vita quotidiana corre così rapida che fermarsi a pensare "cosa e come fare" per essere certo di raggiunere il tuo desiderio più grande o la tua vera necessità in questo momento della tua vita, diventa pressochè impossibile. E troppo spesso abbiamo delle limitazioni interiori (credenze limitanti) che non ci permettono neanche di cominciare a pensare che potremmo raggiungere obiettivi così grandi ... anche se siamo CHI SIAMO!

Non hai dimenticato di avere un CERVELLO vero? Non è un'offesa o una provocazione che ti voglio lanciare ma una vera domanda. Davvero! prendila seriamente senza offenderti. Devi sapere che pochi sono consapevoli di "avere un cervello" decisamente sottoutilizzato, e questa è una VERITA'. Nulla di anomalo, è proprio così! Lo sanno in moltissimi E TUTTI accettano questa cosa così, e basta.
Recentemente ho letto un libro che oltre a confermare quello che ti ho appena rivelato, mi ha permesso di acquisire una tecnica semplice e applicabile da chiunque (CHIUNQUE, TE LO ASSICURO!) per poter accedere facilmente al mio inconscio e sovrascrivere (proprio come si fa con un computer) i "PROGRAMMI INTERNI" che mi limitano in tutto quello che faccio e che quasi certamente hanno influito durante tutta la mia vita passata. Ho iniziato ad usare questa tecnica da poco ma già mi sembra che qualcosa stia cambiando e intendo continuare per vedere dove posso arrivare.
Quindi ho deciso di CONDIVIDERE con te questa mia esperienza perché anche tu possa innanzitutto sapere di cosa si sta parlando e poi, se vorrai, ma son sicuro che vorrai e potrai farlo, anche conoscere molto di più sui misteriosi meccanismi che comandano il nostro cervello, la nostra mente, la nostra vita e le mete che raggiungiamo o che avremmo voluto raggiungere e sono rimaste sino ad ora soltanto dei sogni, fermi lì senza pensarci più di tanto accettandoli solo come dei sogni irrealizzabili: dei sogni appunto! Finalmente si può cambiare tutto ciò.
Io l'ho imparato leggendo IL POTERE DEL CERVELLO QUANTICO, un vero Bestseller, un aggettivo davvero meritato!
Non molto tempo fa ho postato una recensione su mio BLOG.
Per essere sicuro di condividere più possibile questa mia esperienza ho preferito inviare queste informazioni  anche anche mediante la mia Newsletter in modo da essere sicuro di raggiungere tutti i miei contatti più fedeli. Ci tengo molto.

Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Il Potere del Cervello Quantico

venerdì 2 gennaio 2015

VACCINI: non è tutto oro quello che luccica!

Non ci riesco proprio! Quando mi passano (casualmente!) sotto al naso informazioni che hanno lo scopo di fare un po' di chiarezza e dare il punto di vista alternativo alle informazioni ed ai condizionamenti mediatici cui siamo sottoposti, devo assolutamente fare qualcosa per condividerle. Condividere l'opinione di persone che hanno un livello di cultura "diverso" mi sembra doveroso per dare modo di leggere anche l'altra faccia della medaglia.
Ecco che Mimmo Trigale, Direttore di Terra Nuova, il mensile per l'ecologia della mente e la decrescita felice ci propone nel numero 301 (il primo del 2015) un editoriale che ci può aiutare a fare un po di chiarezza sul tema Vaccini; non ci dice forse niente di nuovo se non fosse che di nuovo adesso si parla di EBOLA e delle nuove prospettive di business che le Farmaceutiche specializzate si apprestano a fare grazie al tam tam della paura che i media stanno diffondendo a manetta.


L'editoriale intitolato MORTI DI MEDIATICITA' lo puoi leggere QUI.
Non esistono studi seri che facciano chiarezza sul rapporto rischi/benefici nell'uso dei vaccini.
Per fortuna c'è ancora qualcuno che rappresenta l'altra faccia della medaglia, troppo spesso sconosciuta perchè i mezzi mediatici la fanno da padroni e, forse, non si accorgono che fanno il gioco sporco delle Lobbie (ma qui bisognerebbe aprire una parentesi che diventa poi difficile chiudere) o, forse, lo sanno benissimo.


giovedì 1 gennaio 2015

GERMOGLI AUTOPRODOTTI: come germogliare semi "difficili"

Nel mio ultimo articolo sui Germogli autoprodotti ho dato tutte le indicazioni utili per costruirsi da soli un germogliatore a costo ZERO. In questo articolo ho inserito anche tutti i link agli articoli relativi all'autoproduzione dei Germogli; mi resta ora ancora un punto da trattare ed è quello relativo alla produzione di quelli che definisco "semi difficili".
Perché? esistono semi facili e semi difficili?
Si: finora ho trattato l'argomento riferendomi alle tecniche per autoprodurre i semi facili (vai a vedere gli articoli QUI ), quei semi che, con un semplice ammollo e una cura relativamente poco impegnativa, ci permettono di avere dei germogli pronti al consumo in modo molto semplice. Non che per i semi difficili occorrano cure particolarmente gravose o altrettanto difficili, ma semplicemente perché occorre una procedura leggermente diversa e che richiede una piccola attenzione in più.
Sono sicuro però che un appassionato utilizzatore di germogli vuole sapere tutto e quindi anche come si producono i germogli da "semi difficili."
Quali sono i semi difficili? Sono quelli che quando vengono bagnati producono una mucillagine tutt'attorno al seme e si rigonfiano: semi di lino, basilico, crescione e rucola ad esempio (cito quelli che vale la pena di produrre per il loro potere nutrizionale).


I semi di Lino ad esempio se li lasciate in ammollo per lungo tempo si rigonfiano e creano una mucillagine, cosa che li rende utili, in questo modo, per essere assunti con lo scopo di stimolare la peristalsi intestinale e quindi l'evacuazione delle feci; utile pratica per chi soffre di stitichezza.
Dovremo quindi evitare che i semi si rigonfino ma nello stesso tempo dovremo garantir loro l'umidità sufficiente e costante per germogliare.
Ecco come fare:
1) ammollare i semi per una decina di minuti, quindi sciacquarli con acqua fresca
2) trasferire i semi nella vaschetta del germogliatore

3) nei giorni successivi spruzzare i semi con poca acqua (ci può aiutare uno spruzzino/nebulizzatore pulito); si utilizza poca acqua, meno se ne usa e meglio è poiché la mucillagine che si forma attorno ai semi è già sufficiente per mantenere l'umidità ma non va fatta regredire o riassorbire. Questa pratica deve essere fatta solo fino a quando spunta il germoglio
4) a questo punto si procede bagnando di più i germogli ma gradualmente, arrivando ai normali dosaggi di acqua solo quando i germogli sono praticamente pronti per il consumo.
Il tempo necessario per produrre questi germogli va dagli 6 ai 10 giorni: sembrano tanti? Per chi ama questi alimenti ed ha una autoproduzione costante di semi in casa, troverà la pazienza per aspettare il tempo necessario per poi gustare anche questi utili germogli da "semi difficili".
BUONA SALUTE per tutto il NUOVO ANNO!