Translate

lunedì 13 novembre 2017

MICOTERAPIA: Shiitake (Lentinula edodes) il Fungo amico della flora intestinale

Nel mio precedente articolo MICOTERAPIA: FUNGHI PER LA SAPUTE ho spiegato che cos'è la Micoterapia.
Inizia la rassegna per una panoramica dei principali funghi terapeutici utilizzati per varie patologie o disturbi tra i più diffusi. Giusto per dare alcune informazioni che possano attirare l'attenzione perchè ognuno possa approfondirne la conoscenza da altre fonti.

SHIITAKE è il fungo Amico della flora batterica intestinale.
Il suo nome deriva dalla caratteristica forma lenticolare del fungo. Molto noto in Cina con il nome di SHAINGOGU (nel caso vi trovaste ad averne necessità in quel paese) che significa "fungo profumato". E' uno dei funghi commestibili più famosi al mondo per il suo profumo particolare ed il suo contenuto nutrizionale.
Originario dell'Estremo Oriente, Corea e altre zone dell'Asia Orientale.
Ha una storia millenaria nella cultura cinese, apprezzato sia come alimento che come rimedio naturale, si dice, fin dalla preistoria.
Fu utilizzato anche come afrodisiaco nelle antiche corti imperiali.

La sua coltivazione risale a circa 1000 anni fa, quando un taglialegna scoprì che dai tagli prodotti dalla propria ascia su un tronco, i funghi crescevano rigogliosi.

E' stato dimostrato che grazie alla presenza di TREALOSIO, uno zucchero di cui Shiitake (Lentinula Edodes) è ricco, stimola la formazione di batteri benefici per il colon, favorendo il benessere di tutto l'organismo. Già sappiamo che la salute dell'intestino è di estrema importanza per la salute di tutto il corpo; questa è un'ulteriore conferma che stimolando il benessere dell'intestino si favorisce quella di tutto il corpo.
Sono riconosciute a SHIITAKE anche proprietà antivirali e un grosso contributo al rafforzamento del sistema IMMUNITARIO; questo effetto potrebbe essere conseguente all'effetto di riequilibrio della flora batterica intestinale.
Un'altra sostanza attiva contenuta in SHIITAKE è la LANTIONINA, alla quale vengono attribuite proprietà antifungine e antiproliferative della flora batterica della bocca, nel riequilibrio del colesterolo e nel prevenire le ostruzioni delle arterie.

RIASSUMENDO
Azioni principali:
- coadiuvante infezioni fungine (Candida Albicans)
- funzionalità intestinale
- attività antivirale (influenza, raffreddore)

Azioni secondarie:
- sostegno cardiovascolare
- benessere del cavo orale e dentale