Translate

mercoledì 16 agosto 2017

OLI VEGETALI: una guida per non commettere errori negli acquisti.

Ho già avuto modo di pubblicare articoli sui Grassi (OMEGA3 e OMEGA 3 E OMEGA 6 ) e sugli Oli ( OLIO DI LINO ).

Potrebbe essere utile conoscere le denominazioni che vengono utilizzate in etichetta per identificare un Olio; sapere esattamente cosa significa una dicitura in etichetta può fare la differenza tra una "buona scelta" ed una "scelta sbagliata". Certo, tutto dipende da cosa stiamo cercando, ma, come sempre, sapere che cosa esattamente stai comprando ti permette di non consumare un prodotto che non avresti voluto, oppure capire che dietro ad un determinato prezzo c'è la qualità che stavi cercando.
Innanzitutto sappiamo che ci stiamo occupando di OLI VEGETALI.

Un Olio Vegetale può essere ottenuto da Leguminose (ad esempio Soia, Arachide) da semi (Lino, Girasole, Colza, Zucca, Canapa, Vinaccioli, ecc) da Cereali (Mais), da Frutti (Oliva, Palma, Cocco, Noci, Nocciola, Mandorla dolce).
Un OLIO VEGETALE, senza nessuna altra indicazione, designa sia un Olio che un mix di Oli di origine vegetale che ha subito un trattamento di raffinazione che può consistere in elevate temperature, oppure uso di solventi acidi e di soda. Non sta a me dare indicazioni su cosa si deve o non si deve comprare ma va da sè che chi sta cercando un Olio di qualità con ricchezza di nutrienti naturali, non acquista sicuramente un Olio Vegetale prodotto secondo le indicazioni di cui sopra.
OLIO VERGINE. Sta ad indicare un Olio che è stato prodotto esclusivamente mediante procedimenti meccanici e che non ha subito alcun trattamento chimico e neppure alcun processo di raffinazione con i metodi consentiti e indicati per ottenere un semplice Olio Vegetale.
Un Olio Vergine si distingue da un Extra-Vergine per il grado di acidità, che è superiore a 1 e può raggiungere anche il 2 o 3%.
OLIO EXTRA-VERGINE  E' una designazione specifica per l'Olio di Oliva che avrà un tasso di acidità inferiore o uguale a 1.
OLIO DI PRIMA SPREMITURA Un Olio così definito sta ad indicare un Olio non Vergine, ottenuto dalla prima estrazione che ha sicuramente subito uno o più processi di raffinazione. Ricordiamo che è solo il termine Vergine ad indicare un prodotto che ha mantenuto le sue caratteristiche di qualità naturale.
OLIO VERGINE DI PRIMA SPREMITURA A FREDDO E' la denominazione di un olio della massima qualità naturale e che ha mantenuto tutte le caratteristiche sia organolettiche che nutrizionali dell'olio contenuto nel vegetale di origine; esso infatti viene ottenuto unicamente mediante procedimenti meccanici curando che la temperatura rimanga al di sotto dei 40° C (temperatura limite per conservare intatte le caratteristiche chimiche degli Acidi Grassi contenuti e dei quali vogliamo sfruttare le proprietà). Le rese produttive di questi Oli si aggirano attorno al 70% di olio ottenuto rispetto ad un 30% che invece rimane negli scarti di prodotto di origine (seme, cereale, frutto, ecc). Questo comporta un costo dell'olio al dettaglio superiore ma che a mio parere ne giustifica comunque la scelta poichè si tratta di un Olio di qualità superiore che ha conservato tutti i principi attivi, le Vitamine, gli Acidi grassi e le altre sostanze originarie del prodotto da cui è ricavato.
OLIO IDROGENATO. E' un olio che subisce trattamenti di saturazione dei doppi legami degli acidi grassi insaturi presenti (Acidi grassi Monoinsaturi e Polinsaturi) con lo scopo di evitare ogni possibile processo ossidativo che è tipico degli oli molto ricchi di Acidi grassi insaturi: vedi ad esempio l'Olio di Lino, ma non solo. Anche in questo caso ci troviamo al cospetto di un Olio dall'aspetto cremoso e semisolido (margarina ad esempio) che non ha alcun potere nutrizionale ma semplicemente un potere calorico come qualsiasi altro grasso.
OLIO DEODORIZZATO.  E' un Olio in cui è stato iniettato vapore acqueo ad altissima temperatura, sottovuoto, allo scopo di eliminare un gusto troppo spiccato. Generalmente ho trovato nei negozi di alimentari degli oli deodorizzati di Girasole. Mi hanno detto che vengono utilizzati nelle preparazioni dei dolci per evitare appunto il sapore intenso dell'Olio originale. Il dubbio che deve venire è se in effetti questo olio ha mantenuto le sue caratteristiche nutrizionali, visto che quelle organolettiche le ha perse.
OLIO CONCRETO. E' un olio che si presenta solido a temperatura ambiente come l'Olio di Palma o l'Olio di Cocco (anche detto olio di Copra). A differenza degli Oli Idrogenati, si tratta comunque di Oli che possono aver mantenuto le loro caratteristiche di verginità con tutti i componenti naturali, ma che si presentano solidi solo per la presenza di percentuali elevate di Acidi grassi saturi. Si tratta quindi di Oli molto stabili che possono essere utilizzati per i fritti (ma lo sconsiglio caldamente QUI).


E quindi evidente che gli unici Oli che dovremmo acquistare per un'alimentazione sana e nutriente sono quelli VERGINI DI PRIMA SPREMITURA A FREDDO