Translate

giovedì 20 luglio 2017

LIEVITO DI BIRRA: usare quello giusto per una integrazione naturale

Il Lievito di birra ha una presenza millenaria nella storia della salute e del benessere: se ne parlava già in alcuni documenti egizi risalenti a 3500 a.C. come di un preparato a base di "fondo di birra" per la salute e la longevità.
Oggi si producono 2 tipi di lievito di birra, entrambe per fermentazione su un substrato di malto, cioè di Orzo germogliato. A seconda delle temperature utilizzate durante il processo si ottiene un Lievito non più attivo dal punto di vista fermentativo (0 - 5°C) ed uno, invece, attivo, utilizzabile per la preparazione del pane (15 - 20 °C).
Il primo viene essiccato per liofilizzazione (crio-essiccamento) e ridotto in compresse o scaglie, si ottiene così un prodotto integro dal punto vista nutrizionale.
Il secondo tipo di Lievito viene ridotto in panetti ed utilizzato per la panificazione.
Dal punto vista nutrizionale, come integratore, è solo il primo dei due che risulta interessante.
Il suo interesse si rivolge alla sua attività benefica sulla flora batterica intestinale (regolarità dell'alvo e rinforzo delle difese immunitarie; sulla pelle ha effetti benefici contro Acne, seborrea, eczema, foruncoli, ecc.; inoltre sulle unghie e sui capelli ma molto altro ancora.
Contiene naturalmente vitamine, proteine, minerali ed enzimi utili.
La presenza di Vitamine del Gruppo B, fa di questo integratore naturale un ricostituente vitaminico per combattere stress, restituire vitalità anche in caso di stanchezza cronica.
La presenza di Vitamina B3 (Niacina) e B6 (Piridossina), che contribuiscono alla formazione di Serotonina (ormone del Buon umore) rendono questo integratore un buon alleato anche nei casi di depressione lieve. A meno di specifiche intolleranze ai lieviti ed in particolare a questo di Birra, il Lievito in scaglie è un integratore che non ha controindicazioni poichè l'apporto dei principi di cui è ricco, avviene in caso di carenza per compensarla, nel caso contrario, l'eccesso di vitamine viene eliminato dall'organismo, come per tutte le vitamine idrosolubili.
Si tenga presente che il Lievito di birra è anche un portatore di piccole quantità di Vitamina B12, anche se non lo raccomando come integratore di B12 per chi segue uno stile di vita Vegano poichè le quantità apportate non sarebbero sufficienti a sostenerne le scorte.

QUANTO ASSUMERNE
Non si parla di dosaggi precisi ma di dosi suggerite, che possono andare da 2 a 4 cucchiai di Lievito in scaglie al giorno (che diventano da 1 a 3 cucchiaini per i bambini).
A seconda poi di eventuali piccoli gonfiori che seguono alle prime assunzioni, potrebbe essere il caso di iniziare con quantità piccole ed aumentarle progressivamente.
I Vegani dovrebbero assumerlo costantemente facendo delle pause periodiche. Come ho già detto però questo integratore da solo non può mantenere i livelli necessari di B12; sicuramente associato ad altri cibi apportatori di B12 (Alghe) può essere preso in considerazione per tale compito.

COME SI ASSUME
Va detto subito che il Lievito non va scaldato, quindi non va aggiunto al cibo durante le cotture. Deve essere spolverizzato su cibi crudi (insalate) o su cibi cotti appena dopo essere serviti; in questo caso si ottiene anche un effetto insaporitore.

CHI NON DEVE ASSUMERLO
Chi ha intolleranze al prodotto o in generale ai lieviti. Chi ha problemi di Candidosi non deve assumerlo poichè i funghi come la Candida si nutrono anche di lieviti.
Salvo queste eccezzioni, il Lievito di Birra è solitamente ben tollerato se non se ne fa un uso superiore alle dosi suggerite.


Equilibrio - Lievito Alimentare in Scaglie Bio Equilibrio - Lievito Alimentare in Scaglie Bio
Con farina di malto d'orzo.


Vedi la scheda su il Giardino dei Libri