Translate

lunedì 26 maggio 2014

Cibo crudo: da sempre amico dell'uomo e della sua salute

Mi trovo spesso a pensare all'alimentazione umana e a domandarmi quel'è il miglior modo per alimentarmi.
Lo sto facendo da anni, da quando, da quando ho preso in mano personalmente la gestione della mia salute nel lontano 2001. Dopo tanti studi ed esperienze che ho fatto su di me, e che ancora sto facendo, non ho potuto non giungere alla conclusione che il miglior alleato per la salute dell'Uomo è il Cibo crudo. Dopo tutto Madre Natura ha creato tutti gli esseri viventi, quelli che necessitano di alimentarsi, dando loro la possibilità di nutrirsi con quello che essa stessa ha messo loro a disposizione, così com'è, senza artifici e senza compromessi.
Ogni essere vivente deve alimentarsi secondo le possibilità che madre natura gli ha messo a disposizione: la capacità di procurarsi il cibo e la possibilità di mangiarlo, digerirlo e trarne i nutrienti necessari al mantenimento di quell'equilibrio psico-fisico che possiamo chiamare Salute.


Non c'è da stupirsi e neppure da rimanere perplessi di fronte al fatto che ogni manipolazione degli alimenti che comporti interventi con mezzi e strumenti che siano stati introdotti dall'uomo, man mano che venivano scoperti o inventati, conduce ad un'inesorabile perdita del potere nutritivo di qualsiasi alimento naturale.
Questo ce lo ha già insegnato la Dr.ssa Catherine Kousmine che con il suo Metodo ci ha convinto già moltissimi anni fa che un ritorno ad una Sana Alimentazione fatta di cibi naturali e vivi è indispensabile per ritrovare la piena salute.
E' certo che l'uomo è diventato onnivoro per la necessità di adattarsi ai grandi cambiamenti climatici che lo hanno portato ad un certo punto a cibarsi di ciò che trovava ma che non era ciò di cui avrebbe dovuto cibarsi secondo natura: avendo a disposizione alimenti non adatti alle sue capacità digestive, si è adattato a trovare modi e metodi di manipolazione di certi cibi con lo scopo di renderli digeribili ed in parte assimilabili.
Forse la "Cucina", intesa come attività di manipolazione dei cibi per renderli appunto appetibili, digeribili, gustosi, tollerabili, è nata proprio quando l'uomo ha dovuto adattarsi alle situazioni in cui i "suoi veri alimenti" non erano più disponibili ed ha dovuto necessariamente abbandonare la sua naturale predisposizione per i vegetali ed i frutti che la terra gli dava seguendo il ritmo delle stagioni.
Oggi in Europa e nei paesi industrializzati abbiamo a disposizione molto cibo, anzi, troppo e la maggior parte di questo cibo ha subito manipolazioni e sofisticazioni che il più delle volte non conosciamo; moltissime persone non si prendono neppure cura di scoprirlo perché trovano già tutto pronto, ben impacchettato, colorato e conservato: i supermercati mettono a disposizione tutto quello di cui abbiamo, apparentemente, bisogno, purtroppo però tutto ciò che "rende" alle loro finanze e a quelle dell'Industria alimentare è anche ciò che in fondo ci fa diventare iperalimentati ma sottonutriti.
Tutto ciò che troviamo pronto (cucinato, confezionato, conservabile, ecc.) ha sicuramente subito delle manipolazioni che hanno reso quel cibo commerciabile nelle catene logistiche dell'industria alimentare, quindi di per sè, e per definizione, alterato dei suoi contenuti nutritivi. 


A tutto ciò dobbiamo necessariamente aggiungere, per un'utile comprensione dell'argomento, che esiste un fenomeno che può forse condurci a braccietto delle verità appena descritte: è noto infatti che quando ci cibiamo di cibo cotto, il nostro organismo mette in moto il Sistema Immunitario provocando la cosiddetta "linfocitosi" (innalzamento del numero dei Globuli Bianchi), cosa che non succede quando ci cibiamo di cibo crudo: sappiate che per risparmiare il vostro Sistema Immunitario dovete iniziare ogni pasto con del cibo crudo (insalata di verdure crude ad esempio).
Questo fenomeno, al quale non si è ancora dato un "perché" scientifico, a mio avviso ci dice che la cottura dei cibi provoca qualcosa che il nostro organismo non gradisce, mettendo così in moto il migliore dei sistemi di difesa esistenti al mondo: il sistema immunitario. Questo significa che mangiando cibo cotto introduciamo nel nostro organismo qualcosa che il nostro sistema di difesa non riconosce o riconosce come estraneo, attivandosi di conseguenza.


Il mio punto di vista è che quando mangiamo cibo cotto introduciamo qualcosa che, per natura, il nostro corpo non accetta perchè è un cibo in qualche modo alterato e non adatto a noi.


E a proposito di cibo crudo, vorrei ancora una volta ricordare il prezioso contributo che alcuni alimenti come gli Oli di semi spremuti a freddo, nonché il consumo diretto dei loro semi, hanno nella nostra alimentazione, come apportatori di quei nutrienti essenziali (cioè quei nutrienti che il nostro corpo non sa produrre da solo) indispensabili per le strutture cellulari, i tessuti e per il buon equilibrio e funzionamento del sistema immunitario ed ovviamente del sistema nervoso.

Pensiamo a quanto sono preziosi gli alimenti che contengono Acidi Grassi Polinsaturi della portata


degli Omega 3, ma anche Omega 6 e 9; pensiamo a quanto invece la nostra cultura alimentare ci tiene lontani dalle informazioni corrette per poterli assumere in maniera adeguata; è indubbio che per fornire il nostro corpo di questi nutrienti, necessitiamo di consumare alimenti crudi. Infatti un riscaldamento moderato (appena superiore a 40°C) modifica la struttura chimica degli Omega proprio attorno ai legami insaturi trasformandoli in Acidi grassi cosiddetti "Trans"; queste molecole sono inutilizzabili dal nostro organismo e non solo: sono anche tossiche e tanto temute nell'ambito della medicina cardiovascolare poichè sono i principali imputati nel processo a carico delle peggiori malattie del sistema Cardiovascolare. 



Che dire di più? Se solo pensiamo che il riscaldamento di tutti i cibi che contengono anche le Vitamine comporta una distruzione di queste ultime, si arriva alla conclusione che anche questi nutrienti, alcuni dei quali "essenziali" come la Vitamina C (tanto diffusa in natura ma altrettanto labile di fronte alla malconservazione degli alimenti e alle cotture) devono essere assunti mediante i cibi crudi, così come la natura ce li mette a disposizione. Questo concetto è molto semplice ma dietro questa cultura del cibo cotto e manipolato appositamente per l'uomo, ci sono interessi di una società che non ci vuole in salute, perchè la salute, quando non c'è, porta denaro alle Lobbies del sistema sanitario.


LETTURE CONSIGLIATE


Meglio Crudo Rosanna Gosamo
Meglio Crudo
Scopri l'alimentazione crudista e naturale, per essere in forma e in salute
Rosanna Gosamo

Compralo su il Giardino dei Libri


Il Crudo è Servito
Il Crudo è Servito
I segreti del crudismo per vivere più sani senza rinunciare al piacere del cibo
Lucia Giovannini, Giuseppe Cocca

Compralo su il Giardino dei Libri

Frullato e Mangiato di Giovannini e Cocca Frullato e Mangiato
Succhi, zuppe, dolci e merende crudiste per tutti... in 10 minuti
Lucia Giovannini, Susanna Eduini, Giuseppe Cocca, Laura Cuccato

Compralo su il Giardino dei Libri