Translate

mercoledì 15 maggio 2013

Angelina Jolie: l'inutile mastectomia per un'altrettanto inutile sicurezza. I suoi geni sono davvero così pericolosi?

Angelina Jolie si è fatta fare una mastectomia totale. I suoi geni sono davvero così pericolosi?
Un inutile atto di prevenzione che non risolve il problema. Nel mio articolo Cancro al seno: la verità nascosta sulla vera pervenzione che ho pubblicato giusto pochi giorni fa, sottolineavo l'inutilità di questo intervento in senso preventivo riportando le seguenti informazioni tratte da "The China Study", il bestseller di Colin Campbell che riporta un colossale studio sul rapporto fra Alimentazione e Malattie.

Che dire dell'aspetto genetico relativo al cancro al seno? Si sa che ben 2 geni sono stati scoperti essere una potenziale causa del cancro al seno nel momento in cui subiscono una mutazione, e si sa che questi geni sono trasmissibili di generazione in generazione, sono quindi ereditari. Questa informazione va però alimentata con un'altra informazione altrettanto degna di considerazione: solo lo 0,2% del totale della popolazione è portatore delle forme mutate di questi due geni, quindi è altrettanto vero che un'esigua percentuale di cancro al seno può essere attribuita a cause genetiche. Va tenuto in considerazione poi che, affinché questa malattia si manifesti, i geni devono essere "espressi" (nel nostro patrimonio genetico abbiamo una dotazione innumerevole di geni che però non si "esprimono", cioè non viene tradotta in pratica l'informazione che portano in sé, sono come "dormienti"). Quindi il fatto di avere questi 2 geni non significa che il cancro al seno si svilupperà. Si sa tuttavia che l'alimentazione ha un ruolo nell'attivazione di geni dormienti, ed in particolare un'alimentazione ricca di proteine animali. I test per l'individuazione dei geni del cancro al seno non possono quindi essere considerati un atto di prevenzione.

Le possibilità che il cancro si manifesti sotto altre forme ed in altre aree del corpo, a seguito di Alimentazione sbagliata e Inquinanti ambientali, è molto più alta della minuscola possibilità che Angelina aveva di manifestare il cancro al seno. In poche parole, ha voluto eliminare una parte del suo corpo che solo per una minima possibilità di manifestazione dei geni che possiede avrebbe potuto farla ammalare di cancro, che peraltro risulta essere uno dei tumori più curabili con un'attività di prevenzione mirata a svelarne lo sviluppo nelle sue prime fasi di crescita.
Adesso che non ha più il "suo seno" si sente ancora donna , dice Angelina, (su questo non c'è dubbio) ed anche più forte di prima! Certo immagino sia difficile prendere una decisione del genere, ma penso sia più difficile restare quella che si è e vivere uno stile di vita più consono all'essere umano dove un'attenta e consapevole dieta può tenere lontano ogni tipo di cancro.
Forse questa informazione non è alla portata di tutti, ma basta addentrarsi nelle pagine di un solo libro "The China Study" e si può facilmente accedere alle verità nascoste che stanno dietro a questo tema.
Ma, cara Angelina (senza nessun augurio ovviamente, ma purtroppo sono cose che capitano frequentemente), ma cosa ti accadrebbe dal punto di vista psicologico se col passare del tempo ti dovessero diagnosticare "la malattia" ad esempio al Colon? Certo, sappiamo che i soldi non ti mancano e non diresti neanche "ca..o! con tutti i soldi che ho speso per il seno, proprio qui mi doveva venire?!
Avresti potuto farlo senza dire nulla? Sai a volte certe cose fanno anche dire alla gente "ma quella è proprio fuori di testa!" Oppure "sono sempre i ricchi che si possono salvare con i loro soldi!" o acnora "non sanno più cosa fare per mettersi in mostra!".
Io spero che nessuno ti invidi perché non c'è nulla da invidiare. Mi viene invece di pensare se mai ti sia passato per la testa "non lo faccio perché credo che l'essere umano non può ridursi in questo modo amputandosi volontariamente una parte del corpo per non farla ammalare. I miei geni del cancro se ne possono stare li a dormire per sempre, io da ora in poi cambio stile di vita, non mangio più proteine e grassi animali e così ho risolto il problema del cancro, e non solo del cancro al seno". Angelina, hai anche due braccia, due gambe, una testa (forse), dei visceri, .... e allora?
Quello della Jolie non è un esempio da imitare (difficile anche per i costi!) e va scoraggiato sotto tutti i punti di vista, incoraggiando invece un nuovo stile di vita con un'alimentazione ricca di cibi di origine vegetale e naturali, ricchi naturalmente di fibre, vitamine, minerali, oligoelementi, e tante sostanze naturalmente utili a mantenere l'integrità del corpo, della sua biochimica e della sua fisiologia, con una naturale capacità di autoguarigione.
A questo punto spero che Angelina non scopra mai il libro di Colin Campbell perchè potrebbe venirle da dire: o Gesù mio, avrei potuto spendere solo 15$ e avrei risolto! Non diciamole che esiste altrimenti le viene un esaurimento nervoso!
Auguri di lunga vita Angelina!

Letture consigliate
The China Study - Le Ricette Leanna Campbell The China Study - Le Ricette
Per un'alimentazione sana e naturale
Leanna Campbell

Compralo su il Giardino dei Libri

The China Study - Colin e Thomas Campbell The China Study
Lo studio più completo sull'alimentazione mai condotto finora - Sorprendenti implicazioni per la dieta, la perdita di peso e la salute a lungo termine
T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

Compralo su il Giardino dei Libri

The China Study - eBook - Colin e Thomas Campbell The China Study (eBook)
Lo studio più completo sull'alimentazione mai condotto finora
T. Colin Campbell, Thomas M. Campbell

Compralo su il Giardino dei Libri

The China Study - Videocorso Formativo in DVD T. Colin Campbell The China Study DVD - Videocorso Formativo
Il più importante e completo studio su alimentazione e salute
T. Colin Campbell

Compralo su il Giardino dei Libri