Translate

domenica 28 aprile 2013

Perchè e Come ridurre lo stress del Sistema Immunitario

Ridurre lo stress del Sistema Immunitario diventa indispensabile quando si ha una qualsiasi sintomatologia che perdura da tempo. La logica che sta dietro questa mia osservazione è legata a vari motivi, non ultimi quelli che ho trattato nei miei articoli relativi alle Allergie e Intolleranze dei giorni precedenti
Psoriasi: eliminare le intolleranze è un ottimo passo verso la guarigione
Psoriasi: un passo verso la guarigione liberandosi dalle intolleranze e dalle loro cause
Allergie: perché i pazienti allergici non sono più malati cronici
ma a maggior ragione per il fatto che il Sistema Immunitario è una perfetta macchina di protezione e autoguarigione, indispensabile per la nostra sopravvivenza e va quindi conservato al massimo delle sue potenzialità.
Il Sistema Immunitario è in continuo funzionamento, anche se non ce ne accorgiamo; quindi è utile prendere consapevolezza del fatto che questo meccanismo di protezione ha bisogno della nostra attenzione perché non si usuri e abbia sempre il livello di efficienza che necessita. Questa vitalità del Sistema Immunitario può venir meno quando il Sistema è sotto stress da parecchio tempo: lo possiamo considerare un vero e proprio consumo. Dunque se già abbiamo fatto tutto quanto necessario per evitare inutili attività al sistema immunitario, legate ad esempio alle intolleranze che comportano un consumo del Sistema procurando uno stato addizionale di infiammazione, possiamo ulteriormente fare qualcosa per dargli un po' di fiato?
Certamente si.
Sappiamo infatti che ogni volta che mangiamo e iniziamo a mangiare un cibo cotto, il sistema immunitario reagisce subito con un innalzamento dei linfociti (linfocitosi); questo non accade se iniziamo il pasto mangiando cibi crudi. E' un'evidenza sperimentale, succede, si può misurare facilmente ma i motivi per cui questo succede non sono ancora ben noti; si fanno delle ipotesi ma non sono confutabili da dati scientifici perché rilevanti. Di fatto però succede e in fondo poco importa il perché: io sono del parere che questo fatto sia legato ad un processo naturale, quindi è giusto che sia così ma forse non è giusto che il solo fatto di mangiare possa comportare un lavoro ulteriore del Sistema immunitario che non dovrebbe stare attivarsi solo perché ci nutriamo; questo ci dice anche che molto probabilmente la "cottura" dei cibi è un'operazione non prevista dalla natura per l'alimentazione umana. Bè, perché dare torto alla Natura? In fondo l'uomo non è sicuramente nato con una cucina Salvarani al completo per suo uso e consumo, il fuoco lo ha scoperto nel corso della sua evoluzione e la cottura dei cibi non era prevista dalla natura (e forse neanche nel suo genoma) come mezzo per per facilitare la digestione di certi cibi che altrimenti non avrebbe potuto mangiare. Dunque, la cottura, contro natura, ci attiva il Sistema Immunitario a costo di un dispendio di energia ed un consumo dello stesso che possiamo sicuramente evitare.

Mangiare cibi crudi è sicuramente più consono alla natura umana e se iniziamo il pasto mangiando del cibo crudo come un'insalata di verdure, evitiamo di sovraccaricare il nostro Sistema Immunitario di un lavoro in più, peraltro evitabile; se prestiamo questa attenzione modificando le nostre abitudini alimentari, permettiamo al nostro corpo di risparmiare energia preziosa e di risparmiare attività immunitaria inutile, conservando il Sistema per operazioni più vantaggiose nel momento del bisogno.
Se riprendiamo le considerazioni fatte nel mio articolo Allergie: perché i pazienti allergici non sono più malati cronici dove ho introdotto il concetto di "livello di soglia" possiamo anche stabilire che probabilmente questo semplice contributo legato al cambio di comportamento alimentare, contribuisce anche ad innalzare il "livello di soglia" che è quel limite superato il quale si manifestano le sintomatologie, messe in funzione da un livello di infiammazione superiore alla nostra capacità costituzionale di sopportarlo; oppure più semplicemente abbiamo in corso meno infiammazioni dovute all'attività del sistema immunitario e quindi riusciamo a non superare il famoso "livello di soglia", fatto che comporta la comparsa di sintomi più o meno gravi.
Mangiare un'insalata di verdure all'inizio del pranzo e della cena è un'indicazione prevista nel Metodo Kousmine ed io da almeno 12 anni lo faccio ogni giorno; i risultati di questa buona abitudine sono stati notevoli in quanto il mio Sistema Immunitario ha raggiunto un livello ottimale di funzionamento, dandomi visibili segni di capacità di autoguarigione.