Translate

martedì 9 aprile 2013

La Crema Budwig: consigli per la preparazione da chi ha esperienza di 12 anni di pratica.

Dopo aver visto negli articoli precedenti, uno ad uno, tutti i componenti della Crema Budwig, siamo giunti al passo finale: come prepararla in modo pratico ed efficiente per non fare di questa colazione un problema ma, al contrario, renderlo un piacere.
Per la ricetta generale e tutto ciò che serve per preparare la Crema Budwig, rivedi l'articolo che ho pubblicato il 3 Aprile scorso.
La Preparazione:
1) per prima cosa suggerisco di preparare tutti gli attrezzi necessari e i componenti che avete deciso di utilizzare in modo da avere facile accesso immediato e non scordarvi nulla. Anche la frutta, lavatela senza sbucciarla (è biologica e si mangia tutto!) ma se dovete tagliarla a pezzi fatelo mentre la mettete sopra la Crema quando è pronta (questo evita troppe ossidazioni se ci impiegate troppo tempo a prepararla).
2) schiacciare la banana in un piattino con una forchetta. Ricordiamoci che la banana deve essere matura. Se la banana non è matura al punto giusto, riuscirete a schiacciarla ma noterete che il prodotto della vostra operazione, nonostante si presenti molle, ha un chè di mucillaginoso, filamentoso se ne prendete una parte con la forchetta, e tende a tirarsi dietro un po' del resto che sta nel piatto. Quando è matura invece, una volta che è ben schiacciata, diventa quasi liquida. Lasciatela riposare, nel frattempo gli enzimi che avete liberato lavoreranno nel cominciare a scindere l'amido (componente base della banana) in zuccheri più semplici, quindi tenderà ad addolcirsi.
3) Spremete mezzo limone. Naturalmente quando si dice "mezzo limone" si intende il limone di stagione che normalmente è abbastanza ricco di succo; fuori stagione troverete limoni poco succosi (come i verdelli), in quel caso potete anche schiacciarne uno intero, male non fa.
 
4) Macinate il cereale con il macinacaffè o, meglio, con il macinino manuale a pietra che ha la caratteristica di non surriscaldare il prodotto (cosa che potrebbe in parte far morire parte dei componenti nutritivi del cereale che con tanta cura avete selezionato fra quelli più "vivi"). Se usate il macinacaffè, togliete il cereale macinato e mettetelo da parte per usarlo poco più tardi.

5) Macinate i semi oleosi che avete scelto. Vi domanderete perchè macinare i cereali e i semi separatamente se uso lo stesso attrezzo? Io ho notato che se la durezza dei due componenti che mettete nel macinacaffè è molto diversa, dovrete continuare la macinazione fino a che il componente più duro (normalmente il cereale) sarà finemente sminuzzato, ma a quel punto avrete sottoposto anche i semi oleosi ad un rialzo di temperatura che potrebbe far morire parte dei nutrienti. Non macinate i semi con il macinino a pietra, ne esce un pastrocchio!

6) ora mettete 2 cucchiai da tavola colmi di base (quella che avete deciso di utilizzare)
7) aggiungete un cucchiaio colmo di Olio di semi spremuto a freddo (quello di turno o quello che più vi piace)
8) sbattete accuratamente con la forchetta per emulsionare l'Olio nella base, poi aggiungete la banana e il succo di limone sbattendo sempre con la forchetta per mescolare il tutto ed amalgamare bene
9) sempre sbattendo con la forchetta aggiungete la farina del cereale e poi il seme oleoso macinato. Sbattete e amalgamate la crema fino a quando la notate omogenea e di ugual colore (non ci vuole molto tempo vedrete!)
10) Ora potete concludere mettendo sopra la Crema la frutta di stagione che potrete tagliare a pezzi se i frutti sono grossi.

Molte persone rinunciano alla preparazione della Crema Budwig perchè sostengono di non avere tempo a sufficienza quando al mattino devono prepararsi ed uscire per andare al lavoro. Premesso che comunque non ci vogliono più 15 minuti in tutto (migliorabili con l'organizzazione e l'esperienza), con lo stesso tempo a disposizione dal risveglio all'uscita di casa, suggerisco di tagliare tempo ad altre attività piuttosto che rinunciare alla "Colazione della Salute": sapete voi dove risparmiare tempo, ne sono sicuro. Un'altra soluzione è quella di svegliarsi 10 o 15 minuti prima, è comunque salute guadagnata.

Per non correre il rischio di rinunciare alla Crema Budwig, premesso che la migliore preparazione è quella riportata nei dieci punti sopra, vi propongo alcuni suggerimenti per risparmiare tempo in modo che la preparazione del mattino risulti più veloce:
1) preparate tutti i componenti già alla sera prima in modo da risparmiare tempo nella raccolta e  messa a disposizione dei componenti al mattino, quando avete fretta;
2) macinate i cereali la sera prima e conservateli in un contenitore ermetico ben chiuso tenuto in frigorifero durante la notte;
3) macinate una quantità di cereali doppia per due preparazioni, conservandoli in frigorifero come al punto 1). Non macinate però per più di due Budwig.
4) utilizzate piccoli cereali (miglio, amaranto, quinoa) o cereali morbidi (avena, grano saraceno) mettendoli in ammollo in abbondante acqua la sera prima; al mattino occorre solo sciacquare il cereale, scolarlo bene e metterlo nella crema senza macinare. Occorrerà masticare meglio la crema.
5) la sera prima mettete in ammollo la dose di semi oleosi in acqua; al mattino, sciacquate, scolate e mettete direttamente nella Crema o sopra, insieme alla frutta quando la Crema è fatta. Non macinate i semi oleosi bagnati, ne esce un altro pastrocchio! Anche così, però, occorre masticare più accuratamente.
6) utilizzare il miele anzichè le banana aiuta a risparmiare il tempo di schiacciare la banana e lavare il piattino in cui l'avete schiacciata, ma ogni tanto il sapore di una banana matura è insostituibile.
7) Se si deve preparare la Crema per due o più persone potrebbe valere la pena di usare un frullatore; in questo caso si metto i componenti nel frullatore ad uno ad uno e si mixa il tutto. La banana se è ben matura si può introdurre a pezzi; i cereali se preferite usare quelli secondo le indicazioni che ho dato sopra da mettere in ammollo, si possono inserire tal quali, altrimenti vanno macinati prima di metterli nel frullatore; i semi oleosi si possono anche mettere tal quali dopo l'ammollo notturno.

Ecco fatto, questo è tutto per ora e non mi resta che augurarvi buon appetito con la "Colazione della Salute". Se avete ulteriori dubbi o domande, non esitate a porre il quesito direttamente qui nel Blog o scrivermi anche in inglese, per chi mi segue dall'estero, all'indirizzo mail: massimo.bianchessi@tin.it

Letture consigliate


Salvate il vostro Corpo Salvate il vostro Corpo
Prevenire e guarire le malattie moderne intervenendo sulle abitudini alimentari
Catherine Kousmine

Compralo su il Giardino dei Libri

Come Sono Guarito dalla Psoriasi Come Sono Guarito dalla Psoriasi
La cura che funziona: facile, naturale, economica
Massimo Bianchessi

Compralo su il Giardino dei Libri

La prima colazione della salute La prima colazione della salute
La crema Budwig
Philippe Gaston Besson

Compralo su il Giardino dei Libri