Translate

lunedì 15 aprile 2013

Allergia: malattia o segnale di allarme?

Passato il lungo inverno è finalmente tempo di primavera, ma non tutti ne sono contenti fino in fondo. Quanti non hanno un amico o un parente che non deve combattere con un allergia, soprattutto quando i pollini cominciano a occupare gli spazi aperti e finiscono a contatto con le mucose?
Ma soprattutto quanti hanno ancora un'immunità tale da non dover correre nell'armadietto di casa per recuperare i soliti farmaci che da anni non si possono far mancare?
Si sa, le allergie stanno prendendo il sopravvento sulla popolazione e ancora non riusciamo (o facciamo finta di non riuscirci) a dare un motivo vero a questa realtà.
Se partiamo da un presupposto indiscutibile, e cioè che ogni essere vivente nasce per poter vivere nel luogo e nell'ambiente a lui destinato (per ora questo pianeta), si deve accettare che tutto è stato predisposto perchè il suo corpo sia compatibile con l'ambiente in cui vive. Nella parola ambiente si dovrebbe leggere molto di più rispetto a ciò che sembra: grossolanamente, tutto quello che sta fuori, al confine con la nostra pelle, tutto quello che sta dentro il canale digestivo (dalla bocca all'ano) e il lume respiratorio (dalla bocca e naso agli alveoli polmonari), tutto ciò è ambiente, abitato da esseri viventi mono e pluricellulari, particelle inerti, e particelle altrettanto vive che potenzialmente rappresentano una fonte di vita, come i pollini.

Fin dal primo attimo di vita in cui veniamo a contatto con questo ambiente dobbiamo iniziare la nostra lotta per la sopravvivenza, che, per la gran parte del tempo, nenche ci accorgiamo di stare per combattere sempre una battaglia:
è il nostro sistema immunitario che ci pensa, è "programmato" per creare la tolleranza contro tutto e contro tutti per poter continuare a mangiare, respirare, toccare, senza che l'ambiente prenda il sopravvento su di noi. Ma proprio perchè quasi non sappiamo di averlo, il sistema immunitario, per lo più non ci curiamo di prendercene cura (scusa il gioco di parole). Scoprirai che questo aspetto, trascurato, ci porterà prima o poi a dovercene occupare: quando avremo a che fare con uno qualsiasi dei tanti sintomi di un'allergia o di una intolleranza, di una malattia autoimmune (che tanto si stanno moltiplicando per numero e tipologia, così come il numero di pazienti allergici), allora dovremo occuparcene.
Questo è un segnale? Si, lo è!
Nell'ambito del genere umano ci sono volute numerose generazioni per arrivare a mangiare qualsiasi cosa ci venga propinata dall'industria alimentare o dal business dell'alimentazione "fast", (ma alla fine ce l'hanno fatta) addivenendo alla nostra necessità di non dover occupare troppo tempo per curarci della nostra alimentazione e della nostra salute, facendoci "un gran favore": molti ringraziano perchè hanno più tempo per fare dell'altro, ma io no, e spero nenche tu che mi leggi. Con questo grande lavoro fatto dagli elementi distruttivi detti sopra (industria e fast food) siamo riusciti a distruggere anche i presupposti per poter sopravvivere, cioè il nostro sistema immunitario. Si dice che il sistema immunitario di milioni di persone è impazzito!! Il livello di pazzia più elevato è stato raggiunto dal genere umano, non dal sistema immunitario dello stesso. Niente può sopravvivere senza gli elementi essenziali che servono per avere la capacità di farlo e, dopo esserci dimenticati di alimentarci correttamente, adesso non ci possiamo dimenticare di occuparci di tutte le malattie legate al malfunzionamento del sistema immunitario umano.

Le Allergie non sono una malattia, le allergie sono un segnale di allarme che ci sta dicendo che dobbiamo cambiare strada; questo lo dico in senso generale e in senso individuale.
In senso generale perchè anche l'incremento delle allergie ci induce a pensare che il genere umano è evidentemente sottoposto a qualcosa che non riesce a sostenere in maniera corretta non il "buon" funzionamento del sistema immunitario, ma "il" funzionamento del sistema immunitario, che madre natura ha previsto di darci per difenderci dagli agenti esterni; in senso individuale perchè la sintomatologia allergica è una sintomatologia infiammatoria esagerata, determinata da un sistema immunitario non efficente e neanche efficace. Occorre allora intervenire sia a livello generale che individuale affinchè il sistema immunologico torni a funzionare in modo silenzioso (anticorpi che lavorano senza prendersi meriti) o relativamente rumoroso (stati infiammatori e febbri solo quando serve), senza eccitarsi in maniera esagerata quando non serve (riprenderò questo argomento in un prossimo articolo).
Fortunatamente, e finalmente, l'Allergologia (almeno questa!) si sta sempre più orientando verso orizzonti diversi dai soli farmaci (antistaminici e cortisonici), quelli che servono solo per spegnere la "spia dell'allarme", il sintomo, e a far finta di farci star bene. Alla lunga questo non può risolvere il problema, non può servire allo scopo della vera guarigione; ci si deve trattare farmacologicamente solo per un periodo di tempo sufficiente per far tornare il nostro sistema di difesa, "impazzito", un mezzo funzionante in modo del tutto naturale e silenzioso. I trattamenti devono servire per non soccombere alle reazioni esagerate di intolleranza del sistema immunitario, dall'attacco di rinite allo shock anafilattico. L'orientamento degli allergologi che sono "avanti" e hanno capito è questo: le allergie non sono una malattia e nella maggior parte dei casi possono regredire facendo ritornare il sistema immunitario un mezzo di tolleranza e non di attacco sempre e comunque. Ma come?
Non si riesce a dare una risposta nel breve spazio di un articolo, quindi la promessa è di tornare su questo argomento al più presto per dare qualche indicazione su cosa è bene sapere per affrontare correttamente la sintomatologia allergica.

Letture consigliate


Recuperare la Tolleranza Alimentare Recuperare la Tolleranza Alimentare

Attilio Speciani

Compralo su il Giardino dei Libri

Manuale delle Allergie e Intolleranze Alimentari Manuale delle Allergie e Intolleranze Alimentari

Marcello Mandatori

Compralo su il Giardino dei Libri

Le Allergie Le Allergie
Cause, diagnosi e terapie. Con ricette per allergici e intolleranti
Attilio Speciani

Compralo su il Giardino dei Libri

Superare le intolleranze alimentari Superare le intolleranze alimentari
Una guida per tornare a mangiare dedicata ad allergici e intolleranti. Con i menù stagionali e oltre 80 ricette
Attilio Speciani, Francesca Speciani

Compralo su il Giardino dei Libri

Ecologia clinica e intolleranze alimentari Ecologia clinica e intolleranze alimentari

Marcello Mandatori - Carmelo Rizzo

Compralo su il Giardino dei Libri